• Film

 

DI COSA PARLA?...   E COSA CENTRA CON IL SIGNORE DEGLI ANELLI?

"Il Silmarillion", che comprende cinque racconti legati come i capitoli di un'unica storia sacra, narra la parabola di una caduta: dalla "musica degli inizi", il momento cosmogonico, alla guerra di Elfi e Uomini contro l'Avversario. L'ultimo dei racconti costituisce l'antecedente immediato del "Signore degli Anelli".

Struttura dell'opera

Il Silmarillion comprende cinque parti. La prima, Ainulindalë (la Musica degli Ainur), riferisce della creazione di Eä, il “Mondo che è”. La seconda parte, Valaquenta, riporta la descrizione dei Valar, le “Potenze del Mondo”, e dei Maiar. La terza sezione, Quenta Silmarillion, riguarda gli eventi prima e nel corso della Prima Era, incluse le guerre per i Silmaril. La quarta parte, Akallabêth, concerne gli avvenimenti legati alla Caduta di Númenor e del suo popolo durante la Seconda Era. L'opera si chiude con una parte intitolata Degli Anelli del Potere e della Terza Era in cui vengono riassunti gli eventi della Seconda e Terza era dei quali sono protagonisti gli Anelli del Potere: questo racconto narra gli avvenimenti accaduti prima dello Hobbit.

 

BREVE RIASSUNTO DELLA STORIA:

In Arda è presente un Dio e questo si chiama Eru(o Ilùvatar) e fu lui a creare per primo gli Ainur che sono gli Dei di Arda.
Il più potente tra loro era Melkor che fin dal principio cercò di creare cose per se attraverso la musica di Eru e la Fiamma Imperitura data agli Ainur. Eru però lo reguardì su ciò che stava facendo, dicendogli che nulla poteva essere creato che non avesse la propria origine in lui. Gli Ainur e Ilùvatar crearono Ëa, il loro mondo. Li vi dimorarono continuando a creare attraverso la musica di Eru ed egli mostrò loro i Primogeniti (Elfi) e i Secondogeniti (Uomini) in una terra da loro creata. Il desiderio di Melkor fu quello di possedere dei servitori e di comandare le volontà altrui, anche se dapprima si voleva convincere di voler scendere in Arda per mettere equilibrio tra calore e gelo e far vivere bene i figli di Ilùvatar.
Melkor si rivelò presto per ciò che era veramente: il Signore del Male. I Valar (Ainur) dimoravano a Valinor insieme agli Elfi e tra questi vi era Fëanor, che fu il primo a catturare la luce più brillante racchiudendola in gemme preziose. Così fece con i grandi alberi Laurelin (sole) e Telperion (luna) e creò i Silmarill. Melkor rubò i Silmarill a Fëanor che infuriato se ne andò da Valinor per andare a cercare le sue gemme in Arda e molti Elfi lo seguirono venendo così esiliati dai Valar. Tra i servi di Melkor vi era Sauron, un Maiar (tipo Gandalf) che il Signore Oscuro riuscì a corrompere e portare dalla sua parte. Sauron capì presto che il cuore più debole era quello degli Uomini e voleva dominare la Terra di Mezzo attraverso gli anelli del potere. Indusse Celebrimbor, nipote di Fëanor, a creare per lui Nove anelli per gli Uomini, Tre per gli Elfi e Sette per i Nani, ma Sauron creò in segreto un Anello per dominare tutti gli altri.

 

ALCUNI PERSONAGGI:

- Thingol: uno dei più autorevoli sovrani elfici, poco dopo la creazione dei Primogeniti ad opera del dio supremo Iluvatar fu messo a capo della loro tribù più numerosa, insieme a suo fratello Olwë. Fu per millenni re nella Terra di Mezzo, sebbene soggiornasse, ma solo per poco tempo, a Valinor. Era un buon amico di Finwe, il primo Re Supremo degli Noldor durante i tempi prima che gli elfi raggiungessero Aman.

- Melian: Era un essere divino dalla bellezza indescrivibile, superiore a quella della razza elfica, alta, snella, dalla pelle candida, occhi splendenti e sguardo profondo, capelli corvini raccolti in lunghe trecce. Era una potente Maiar che dimorò a lungo nella Terra di mezzo, più precisamente nel Beleriand, dove si innamorò del Re degli Elfi Thingol e divenne la Regina del Doriath.

- Lúthien: detta Tinúviel (Usignolo) era un'Elfa che visse nel Beleriand durante la Prima era. Era figlia di Thingol, Re del Doriath, e della Maiar Melian e fu considerata la più bella tra tutti i figli di Ilùvatar. è descritta come la più bella dei figli di Ilùvatar, era una fanciulla alta, snella, dai capelli sottili e corvini e pelle candida,

egli apprese molta dell'arte magica della madre Melian.

- Beren: Fu uno dei più grandi eroi della Terra di Mezzo, entrando nella leggenda per la sua storia d'amore con Luthien del Doriath, figlia di Thingol e Melian, e per aver recuperato uno dei Silmaril dalla Corona Ferrea di Morghot. Ebbe principalmente due armi: la spada Dagmor, la sua arma durante la guerriglia nel Dorthonion, e la daga Angris, sottratta a Celegorm, con la quale estrasse uno dei Silmaril dalla Corona Ferrea di Mortgoth.

- Eru Ilùvatar: Eru, per le sue caratteristiche (onnipotente, onnisciente e la saggezza) richiama certamente il Dio cristiano, tesi avvalorata anche dai diversi appellativi che gli vengono attribuiti, ma in particolare, Padre del Cielo o Padre di Tutto, egli è l'essere supremo, in tutta Eä non v'è nessuno che può eguagliarlo, egli conosce tutto ciò che è stato, che è e che sarà, ed è l'entità più potente dell'universo.

- Yavanna Kementári: è una Ainur appartenente alla schiera degli Aratar e tra le Valier è la seconda più importante dopo Varda. È la patrona di tutto ciò che cresce dalla terra, dai torreggianti alberi al più piccolo dei licheni, e i Maiar del suo seguito sono anch'essi legati al mondo della natura.